Bellissima e immensa, Roma non è una città a misura d'uomo, ma di sicuro a misura di turista. Tutti i principali monumenti della capitale sono collegati attraverso la metropolitana, oppure concentrati in pochi metri quadrati. È dalla fermata Spagna (linea A) che comincia l'itinerario. Una foto con lo sfondo della scalinata di Trinità dei Monti, uno sguardo alla fontana detta la "Barcaccia" e una passeggiata nelle strade della moda come Via dei Condotti per ammirare le meraviglie del Made in Italy.

Da qui comincia una lunga passeggiata nel centro storico di Roma, passando prima per la Fontana di Trevi, settecentesco connubio fra barocco e neoclassicismo. Stretta nel mezzo di una minuscola piazzetta, è uno dei monumenti più fotografati al mondo. Ancora a piedi verso Piazza Navona. Strada facendo, merita una sosta il Pantheon, imponente tempio di epoca romana, voluto dall'imperatore Adriano, poi diventato chiesa cattolica. Arrivati a Piazza Navona, fra artisti di strada e meraviglie barocche ci si trova immersi in una Roma d'altri tempi. Al centro della piazza la celebre Fontana dei Quattro Fiumi di Gianlorenzo Bernini.

In pochi minuti si arriva poi in Piazza Venezia, al cospetto dell'immenso complesso del Vittoriano. Dedicato a Vittorio Emanuele II, padre della patria, è oggi una delle terrazze più belle di Roma, per uno sguardo dall'alto sui Fori Imperiali. Alla destra del Vittoriano si trova uno dei sette colli, il Campidoglio. Qui ci sono la sede del Municipio, i Musei Capitolini e la splendida chiesa di Santa Maria in Ara Coeli. Alla sinistra del Vittoriano, invece, inizia la via dei Fori Imperiali, spianata da Mussolini per collegare piazza Venezia al Colosseo.

I Fori imperiali sono una caratteristica unica di Roma. Per secoli sono stati il luogo politico e d'incontro dell'antica Roma. Le strade dei Fori si snodano fino ad arrivare al cospetto del Colosseo. Conosciuto anche col nome di Anfiteatro Flavio, per ricordare la dinastia che ne volle la costruzione, il Colosseo era il teatro degli spettacoli offerti dagli imperatori al popolo. A pochi metri, sul Colle Oppio, un'altra meraviglia dell'Antica Roma: la Domus Aurea, dimora dell'imperatore Nerone. Dalla fermata della metropolitana Colosseo (linea B), basta un brevissimo viaggio e si arriva direttamente al Circo Massimo. Nato per ospitare le corse dei cavalli, può contenere 250 mila spettatori e per questo è spesso sede di concerti. Ai lati del Circo Massimo i due colli, Palatino e Aventino, da visitare se si ha un po' di tempo in più per ammirare le numerose chiese che costellano le loro vie.

Ancora in metropolitana, se si scende a Ottaviano (linea A) ci si trova a due passi dal Vaticano. Basta seguire il richiamo della Cupola di Michelangelo che svetta nel cielo per non sbagliarsi. Attraversando il Colonnato ellittico progettato dall'architetto Gianlorenzo Bernini si entra in un altro Stato: il Vaticano. Entrando nella Basilica di San Pietro ci si perde nella maestosità di questa chiesa, vera culla della cristianità. A pochi passi, i Musei Vaticani. È da qui che si deve entrare per ammirare la spettacolare Cappella Sistina, ma non c'è solo questo capolavoro in questo enorme contenitore, bensì centinaia di opere d'arte di epoche diverse. Non molto distante da San Pietro, comincia il percorso del Lungotevere che da Castel Sant'Angelo porta fino a Trastevere. Dal mausoleo funebre dell'imperatore Adriano ad uno dei quartieri più caratteristici di Roma, ideale per trascorrere una serata romantica.