Non solo una delle coste più belle d'Italia, che da Gaeta si spinge fino ad Anzio. Il Circeo è anche un Promontorio che dal mare si presenta come un'isola. Ma soprattutto è il Parco Nazionale del Circeo, unico per la sua biodiversità. Il Parco si estende per circa 8.500 ettari, da Sabaudia a San Felice Circeo, da Ponza a Zannone. In altre parole comprende boschi, laghi, isole e soprattutto un'incantevole costa.

Il viaggio comincia da Anzio, un po' fuori da quello che viene classicamente definito Circeo. Tuttavia questa cittadina portuale è estremamente particolare per il connubio unico di mare e archeologia. Sulla spiaggia, infatti, affiorano qua e là resti di antichi edifici di epoca romana, come la Villa di Nerone, l'imperatore che fece costruire ad Anzio un porto tuttora vivace.

Ogni giorno da Anzio (e da altre località) partono gli aliscafi per le Isole Pontine, in particolare Ponza e Ventotene, le due più grandi, abitate anche d'inverno. Attorno a Ponza si sono concentrati gli scogli chiamati Palmarola, Zannone e Gavi; mentre a circa 20 miglia, nei pressi di Ventotene si trova anche la vicina Santo Stefano. Tutte queste piccole isole hanno la caratteristica di essere incontaminate, e come nel caso di Zannone, protette dal Parco Nazionale per le specie endemiche che proliferano sui loro scogli.

Dopo Anzio viene Nettuno, il paese che prende il nome dal Dio del Mare. Oltre ad essere una rinomata località balneare, Nettuno vanta ben due castelli: uno è quello del centro storico, l'altro è quello di Torre Astura. Una torre di avvistamento che si è progressivamente allargata fino a diventare fortezza.

Poco lontano si trova Sabaudia, località vip del Circeo. Non è difficile avvistare le celebrità sulle sue spiagge, sia in quelle affollate che in quelle semideserte. Vicino alla cittadina ben quattro laghi costieri protetti dal Parco Nazionale, con il loro habitat unico che attira decine di specie di uccelli. In particolare, il Lago di Paola è caratteristico per le sue acque salmastre.

La tappa successiva è San Felice Circeo, con il suo borgo pittoresco. Sulla piazza principale che nelle sere d'estate si affolla di turisti, affacciano i due monumenti più importanti: il Palazzo Baronale e la Torre dei Templari. Non lontano si trovano due grotte molto conosciute dagli speleologi: la Grotta della Maga Circe, dove Ulisse rimase intrappolato con un incantesimo per quasi un anno; la Grotta Guacceri, dove sono stati rinvenuti i resti dell'Uomo di Neanderthal.

Proseguendo lungo la costa si arriva a Terracina, con il suo bellissimo Duomo di San Cesario, che da solo vale la visita nel centro storico. Costruito nel XII secolo sui resti di un antico tempio romano, della preesistente struttura conserva una scalinata che domina la facciata. Poco lontano, si trova il Tempio di Giove Anxur, edificato nel I secolo a.C. in una posizione eccezionale per la vista panoramica che offre.

A pochi chilometri si trova Sperlonga, con il suo paesino a picco sul mare. Anche qui è possibile godere di una vista mozzafiato da ogni angolo del centro storico, vero e proprio gioiellino tutto salite e discese. Anche il mare merita una sosta per un bagno o meglio per una gita in barca fino alla celebre Grotta di Tiberio.

Ultima tappa, Gaeta, dove inizia l'omonimo Golfo e finisce il Circeo. Il suo imponente Castello domina dall'alto, incutendo timore a chi arriva dal mare. Da non perdere il Duomo romanico dedicato a Sant'Erasmo. E un assaggio delle celebri olive di Gaeta.